~ Sfida alla politica

Ai partiti, ai loro leader:
da oggi c’è una condizione in più, cui non intendo rinunciare, per ottenere il mio voto.
Pretendo chiarezza, coraggio e intelligenza, da voi, per il nostro Paese e per il Pianeta. [..]
 

Questo è parte del messaggio che GreenPeace sta inviando ai rappresentanti politici del nostro Paese che in questi giorni si stanno scontrando attraverso la campagna elettorale. I punti toccati dalla propaganda elettorale sono molti – e sempre gli stessi –  ma viene tralasciato da tutti un punto importante “Energie pulite per L’Italia” che riguarda il nostro futuro energetico ed ambientale.

Per leggere l’intera lettera, clicca su “Continua a leggere” , oppure vai sul sito www.IoNonViVoto.org, lasciando la tua firma avrai la possibilità di inviare un chiaro messaggio e una concreta sfida ai politici.

Ti ricordi che Berlusconi ha provato in tutti i modi a riportare il nucleare in Italia?

Lo sai che Monti vuole svendere il nostro mare alle multinazionali del petrolio?

Lo sai che il partito di Bersani si è dimostrato in più occasioni favorevole all’espansione del carbone – la fonte fossile più sporca e dannosa – nella produzione elettrica?

Firma la petizione e fai sapere ai candidati che vuoi garantire all’Italia un futuro energetico pulito:

—>   www.IoNonViVoto.org   <—

Le firme fin’ora raccolte (ore 18:20) sono 46845!..Cosa aspetti a firmare anche tu?!

Lettera ai politici:

Ai partiti, ai loro leader:

da oggi c’è una condizione in più, cui non intendo rinunciare, per ottenere il mio voto. Pretendo chiarezza, coraggio e intelligenza, da voi, per il nostro Paese e per il Pianeta. Per questo, sappiate che non voterò mai più chiunque non si impegni chiaramente per:

Fermare il carbone
L’uso del carbone per la produzione elettrica causa in Italia 570 morti premature l’anno e 2,6 miliardi euro l’anno di danni sanitari, ambientali, economici. Cancellare i nuovi progetti e andare verso uno scenario a zero carbone.
Impedire la corsa al petrolio nei nostri mari
Il piano di sfruttamento delle risorse petrolifere nei nostri mari è folle e rappresenta un vantaggio solo per le compagnie petrolifere. Per estrarre l’equivalente di poche settimane di consumi nazionali rischiamo tragedie come quelle del Golfo del Messico: la distruzione del Mediterraneo, danni incalcolabili all’economia, al turismo, alle comunità costiere;
Promuovere le fonti rinnovabili e l’efficienza energetica
L’energia pulita oggi da lavoro a circa 120mila persone. L’efficienza potrebbe impiegarne ancor di più. Rinnovabili ed efficienza sono l’unica opzione disponibile per difendere lavoro, ambiente, per sottrarre l’Italia al ricatto economico del costo delle fonti fossili.

Per portare avanti seriamente queste politiche vi chiedo di fare vostro ogni punto della proposta “Energie Pulite per l’Italia” di Greenpeace: http://www.greenpeace.org/italy/Global/italy/energie_pulite_per_l_italia.pdf

Chi non ci sta non avrà  il mio voto!

Energie pulite per l’italia (riassunto dei punti contenuti nel documento .pdf)

  • Fuori il carbone. Il carbone è il peggiore killer del clima planetario e una minaccia accertata per la salute dei cittadini: possiamo e dobbiamo farne a meno.
  • Cambiate i vertici di Enel. Fulvio Conti, Amministratore Delegato di Enel, prima ci ha provato col nucleare e adesso col carbone. E’vergognoso ed incredibile che una compagnia controllata dallo Stato usi il carbone per produrre elettricità, causando una morte prematura al giorno.
  • Allontanate le trivelle dalle nostre coste. Chi svende il nostro mare è nemico dell’ambiente, della pesca sostenibile, del turismo, della salute di tutti. Il petrolio che si potrebbe estrarre dal nostro mare equivarrebbe al consumo nazionale di poche settimane! Distruggere il nostro patrimonio ambientale per così poco??
  • Aumentare le fiscalità sulle estrazioni di greggio. Le compagnie petrolifere che operano in Italia, a contrario di noi cittadini sommersi di tasse, pagano royalties tra le più basse al mondo.
  • Aumentiamo l’efficienza dei motori. Un altro favore alla lobby petrolifera! L’Italia continua ad opporsi a Bruxelles e alla sue proposte per una maggiore efficienza dei nostri veicoli.
  • Rimuovere le barriere burocratiche che affossano le rinnovabili, date alle energie pulite priorità assoluta sulle fonti fossili. Adeguate le reti per la piena integrazione di solare ed eolico ed eliminate i percorsi ad ostacoli della burocrazia per la realizzazione di questi impianti!
  • Investite nelle reti intelligenti e nell’efficienza energetica. 
  • Nuova fiscalità energetica. Servono linee di credito e interessi agevolati per potere investire in nuovi impianti rinnovabili.

© Immagini e parti di slogan da Greenpeace Italia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...