~ Giornata mondiale della Terra

Oggi, come accade ormai da 43 anni, ricorre la Giornata della Terra, l’Earth Day, una celebrazione nata nel 1970 negli Stati Uniti, quando oltre 20 milioni di cittadini si mobilitarono e scesero in piazza per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nel 1971, la celebrazione di questa giornata è stata ufficializzata dalle Nazioni Unite, che ancora oggi curano direttamente l’evento, provano a coinvolgere il maggior numero di Paesi (al momento sono circa 175).

La celebrazione avviene esattamente un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Da semplice movimento universitario, nel tempo, la Giornata s’è trasformata in un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Nel contempo, si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo. Queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

Da cinque anni, anche nel nostro Paese è nata l’associazione Earth Day Italia, organizzazione partner dell’Earth Day Network, nata con lo scopo di rafforzare e promuovere l’Earth Day e le sue finalità su tutto il territorio nazionale, favorendo lo sviluppo di progetti ed iniziative per il pianeta.

Il cambiamento climatico ha molti volti.

Ogni anno il 22 aprile, più di un miliardo di persone, da Pechino a Il Cairo, da Melbourne a Londra, da Rio a Johannesburg, da New Delhi a New York, le comunità di tutto il mondo partecipano alla Giornata della Terra esprimendo le loro preoccupazioni per il pianeta e promuoveranno le loro azioni per proteggerlo.

Ogni persona che fa la sua parte per risolvere il problema è anche un volto del cambiamento climatico: gli imprenditori che vedono opportunità nel creare la nuova economia verde, gli attivisti che organizzano l’azione comunitaria e campagne di sensibilizzazione, gli ingegneri che progettano tecnologie pulite del futuro, i funzionari pubblici che si battono per le leggi sul cambiamento climatico e per la sua mitigazione, le persone comuni che si impegnano a vivere in modo sostenibile .

Caro Lettore, Cara Lettrice, ti elenco qui di seguito dei link che personalmente ho trovato interessanti e vorrei proporli anche a te:

© Immagini da tidymom.net; Da www.focus.it link elencati sopra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...