~ Guida alla scoperta di una ragazza con la sciarpa

#03.

Amo il mare, il rumore delle onde, la spiaggia.
Detesto quelli che stanno fermi  e ti dicono come correre.
Do peso alle parole.
Piango per un film, per un finale di un libro, per le persone che vanno via.

Ho l’incazzatura abbastanza facile, ma non riesco a tenere il muso alle persone a cui tengo.
Credo sempre che l’ultimo tentativo sia il penultimo, e credo che le cose belle non si ottengono se non si lotta.
Sono tremendamente gelosa e lunatica.
Sono per le cose complicate, ma non resisto a lungo. Non so dire addio.
So solo che resto, resto se credo in qualcosa.

Penso di essere asociale il giusto. Asociale con brio, diciamo. Cioè, io non cago mai nessuno: saluto tutti quelli che più o meno conosco, magari anche per primo, ma più in là di buongiorno e buonasera non mi spingo mai (parlo di conoscenti e vicini di casa, non di amici). Il motivo è semplice: non c’ho voglia. Mollatemi.

Però, se hai qualcosa da dirmi, io ti ascolto. Sempre.

Mi piace stare da sola, in parte, a guardare le cose andare per il loro verso, a vedere le persone allontanarsi senza far niente, a osservare il mondo che gira a modo suo.
Mi piace guardare le persone che si innamorano, che si guardano con quegli occhi, che si abbracciano.
Mi piace stare con me, sono di buona compagnia.
Ma non sono capace a stare da sola.
Non so stare da sola, parlo a volte troppo, sorrido anche quando non dovrei e faccio le cose senza pensare.
Mi piace stare da sola. Ma non ne sono capace.

Mi innamoro di continuo.

licia

 

 

Scopri anche le guide precedenti: 01. e 02.
Annunci

~ Le mie ossessioni #2

Buongiorno lettori,

Le persone normali possiedono un certo numero di ossessioni, che possono variare dallo shopping, al cinema e via dicendo. Io no. Io sono vittima di continue e variabili idee, vizi, fissazioni, che spaziano fra varie categorie, tra cui figurano i cartoni animati Disney e gli infusi/tisane (ai quali ho già dedicato il primo post di questa rubrica “Le mie ossessioni”).

Solo poche di queste manie però sono costanti e/o a lungo termine, non momentanee: gli articoli di cancelleria, i libri e gli smalti. Ed è proprio su quest’ultimo argomento che vorrei soffermarmi oggi.

Continua a leggere

~ Che cosa vuoi fare “da grande”?

Oggi mi abbandono alle mie riflessioni e tra tutte le cose sulle quali potrei ragionare, su tutte le domande che affollano la mia mente – quesiti ai quali potrei dare risposta data la mia odierna ispirazione -, solamente una, e non so perché proprio questa, si fa largo tra tutte:dagrande.JPG Continua a leggere

~ Le mie ossessioni #1

Buongiorno lettori,

Forse non vi ho ancora parlato della mia leggera ossessione per tè, tisane e infusi, quindi approfitto del tempo che ho ora a disposizione, e inaugurando la rubrica “Le mie ossessioni”, vi racconto quali sono le mie tisane, i miei infusi preferiti e cosa mi piace delle varie marche che ho provato fino ad ora.

Il fatto è che bisogna bere tanto perché fa bene, perché la ritenzione idrica, perché l’invecchiamento precoce, eccetera eccetera. Io non bevo molto, anzi non bevo proprio, quindi ho iniziato, e ormai sono alcuni anni che continuo a fare uso delle tisane per aiutarmi a bere di più ed apportare liquidi al mio povero corpicino. Poi, se aggiungiamo il fatto che io d’inverno ho costantemente freddo e che quindi non posso mettermi a bere litri di acqua gelida e andare in ipotermia, gli infusi e le bevande calde sono la mia salvezza.
Ipotermia a parte, sedersi e concedersi del tempo, aspettare che la bevanda sia pronta, necessariamente fa “staccare la spina”. Questa è una delle altre cose che mi piacciono.

Continua a leggere

~ Jar challenge

Cari lettori,

Nei giorni scorsi mi sono imbattuta in un video abbastanza vecchiotto (è infatti datato 24.12.2014) della Booktuber Katytastic. Nel breve filmato viene presentata la sfida che fa da titolo a questo post, e alla quale ho deciso di partecipare anche io per poter dare, alle mie prossime letture, un po’ più di brio.

Continua a leggere

~ Candele

Fin da bambina ho sempre amato le candele; siccome le brucio soprattutto in questo periodo, quando fuori inizia il vero freddo, ne approfitto e ve ne parlo.

L’amore per le candele è nato, come ho già detto, qualche anno fa quando ero più piccola, in maniera molto semplice: le trovo sia affascinanti elementi d’arredo, quelle dalle forme più strane creano del movimento che secondo me è bello vedere, sia oggetti capaci di far rilassare. Mi piace bruciarle la sera, quando ho voglia di relax davanti un bel film o magari leggendo un bel libro. Mi piace inoltre l’atmosfera che si crea quando le luci sono soffuse e la casa si inebria di profumo.

Utilizzo le candele tutto l’anno e le vario in base alla stagione, ma Immagine di home and candlesicuramente mi piace maggiormente accenderle in inverno, quando fuori fa molto freddo e la casa diventa un luogo caldo ed accogliente.

Prima di iniziare ci tengo a specificare che le candele sotto elencate sono riportate in un ordine che non è assolutamente indicativo della mia preferenza o della qualità della candela, che tutti i prodotti sono stati pagati di tasca mia (oppure mi sono stati regalati da amici/famigliari) e che quindi non si tratta di una collaborazione.

Continua a leggere

~ Motivi per leggere

Spesso mi viene chiesto perché leggo (tanti) libri, e quindi, oggi che ho un po’ di tempo, ho deciso di elencare alcuni motivi per cui amo leggere.

Aiuta a stare con i piedi per terra, a superare lo stress, e anche ad avere successo. Ma non solo…

380637_309262849142181_309262525808880_702344_394875481_n.jpg

Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha a che fare con il cibo deve per forza essere buono.

Continua a leggere