~ Jar challenge

Cari lettori,

Nei giorni scorsi mi sono imbattuta in un video abbastanza vecchiotto (è infatti datato 24.12.2014) della Booktuber Katytastic. Nel breve filmato viene presentata la sfida che fa da titolo a questo post, e alla quale ho deciso di partecipare anche io per poter dare, alle mie prossime letture, un po’ più di brio.

Continua a leggere

~ Book Haul #1

Buongiorno cari lettori,
Come state? Spero bene, così da essere pimpanti e leggere quest’ultimo nuovo post.
Oggi sono qui per tirare le somme dei mesi librosi appena trascorsi; vorrei infatti elencarvi, in un piccolo haul diverso da quelli fatti in precedenza, vi lascio qui e qui i relativi link,  i  libri acquistati ultimamente.

~ 29 domande sui film

Ho trovato questo tag nel blog Thoughtsland, vi lascio il link: fateci un salto!

Partiamo subito!

1) Il personaggio cinematografico che vorresti essere? 
Wonder Woman, in uscita fissata per il  23 giugno 2017, negli USA.

2) Genere che ami e genere che odi? 

Amo le commedie romantiche, le avventure, i documentari,..quasi tutto quindi!. Non odio nessun genere in particolare, ma forse quello che mi piace meno tra tutti, perché sono una gran fifona, sono gli horror.

3) Preferisci i film in lingua originale o doppiati? 

Generalmente preferisco guardarli doppiati, ma non rinnego quelli in lingua originale.

Continua a leggere

~ Book Tag: 25 domande sui libri

Buongiorno a tutti,

Curiosando su Internet ho trovato il tag che leggete nel titolo, le domande mi sono subito piaciute e così ho deciso di rispondere.

Voi che rapporto avete con i libri? Vi piace leggere? Se si, che generi? Provate a rispondere anche voi alle domande qua sotto 🙂

image

Continua a leggere

~ Piangere come i bambini

 “Se devi piangere, piangi come un bambino.

Una volta sei stato un bambino,

e una delle prime cose che hai imparato nella vita fu piangere,

perché il pianto fa parte della vita.

Non dimenticare di essere libero, e che mostrare le tue emozioni non è vergognoso.

Urla, singhiozza forte, fai il chiasso che vuoi.

Perché così è come piangono bambini, e loro conoscono il modo

più veloce per confortare i loro cuori.

Hai mai notato come i bambini smettono di piangere?

Smettono perché qualcosa li distrae.

Qualcosa li chiama alla prossima avventura.

I bambini smettono di piangere velocemente.

E così sarà per te.

Ma solo se riesci a piangere come fanno i bambini”.

(c) “Piangere come i bambini” (tratto da Maktub) di Paulo Coelho.

~ Giorno della memoria

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e i visi amici:
considerate se questo è un uomo,
che lavora nel fango,
che non conosce pace,
che lotta per mezzo pane,
che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna
senza capelli e senza nome,
senza più forza di ricordare,
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore,
stando in casa andando per via,
coricandovi alzandovi;
ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca
i vostri nati torcano il viso da voi.

© Primo Levi – Se questo è un uomo

~ Emotivi Anonimi

Caso in Francia, arriva film sulla timidezza

Una formula d’amore? Emotività più cioccolato. Lo sostiene questa piccola grande commedia diretta con tenerezza ed ironia da Jean-Pierre Améris. Con una coppia di irresistibile simpatia, Poelvoorde & Carré.

Continua a leggere